Riflessologia plantare

Un massaggio alle zone riflesse calma, rilassa, vitalizza. È un passo importante verso il raggiungimento di questo obbiettivo.

La riflessologia plantare come viene praticata ai giorni nostri, nasce da un’evoluzione storica che trae origine da forme di massaggio in uso presso i popoli antichi. Sulla pianta del piede sono riflesse tutte le varie parti del corpo e tutte le funzioni fisiologiche. Quando queste funzioni si alterano o si bloccano, sulle corrispondenti parti del piede si creano delle zone di dolore. Questo dolore è un segnale che l’autoguarigione ha bisogno del sostegno tramite un massaggio zonale.

Il massaggio zonale, scioglie queste tensioni e contribuisce a ripristinare un corretto funzionamento dell’intero organismo. Ogni punto del piede è unito tramite una terminazione nervosa ad un determinato ganglio, che a sua volta è collegato ad un organo. Così il terapista, esaminando le varie zone del piede, riesce a capire quale disturbo energetico sia in corso, e agendovi opportunamente, andrà a stimolare tutti gli organi connessi e ne favorirà il corretto funzionamento. La riflessologia plantare può essere considerata come una “messa a punto” del corpo.

Informazioni

L’approccio è rispettoso ed attento, né invasivo né manipolativo. In questo modo si mette in moto il processo di autoregolazione e guarigione dei punti di tensione. Con la Riflessologia plantare possono emergere reazioni fisiche o emozionali che il terapista accompagna e sostiene verbalmente.

Le reazioni fisiche che si possono verificare durante e/o dopo un trattamento sono:

  • senso di freddo e tremore
  • vampate di calore con sudore diffuso
  • senso di stanchezza
  • aumento dell’urina, delle feci
  • catarro, rinite
  • rilassamento totale, sonno profondo durante la notte

La Riflessologia plantare è particolarmente raccomandata per:

  • migliorare la circolazione sanguigna e linfatica delle gambe
  • diminuire il gonfiore alle gambe
  • alleviare gli effetti collaterali di chemio e radioterapia
  • dolori muscolari, articolari
  • dolori alla schiena, sciatalgia, colpo di frusta
  • disturbi del sistema nervoso centrale e della coordinazione motoria
  • stress, stanchezza, ansia, tensione
  • spossatezza e insonnia
  • labirintite, acufene, sinusiti
  • asma, allergie e malattie della cute
  • sindromi psicosomatiche
  • disturbi del ciclo mestruale